Cantine: il turismo del vino tra gusto e bellezza

PERCORSI DEL GUSTO - Abbondano nel panorama vitivinicolo Italiano, luoghi, anime e produzioni di qualità capaci di realizzare, con un pizzico di fantasia e con i giusti 'abbinamenti', momenti interessanti per il turismo più esigente, oggi più che mai alla ricerca di esperienze multisensoriali e pluridimensionali.

Una nuova consapevolezza dei benefici che si traggono dalle interazioni tra cibo, cultura, momenti di relax e scelte sostenibili, sta contribuendo inoltre alla diffusione di una rinnovata esigenza di maggior qualità della vita della quale sono divenuti parte integrante, ritmi e tempi meno frenetici e la (ri)scoperta dei viaggi enogastronomici.

La sfida dell'abbinamento del vino ai sapori della tavola è la più desiderata da coloro che per il tempo libero scelgono veri e propri 'percorsi' di qualità nel mondo dell'enogastronomia; lo conferma un rapporto di settore*: il vino ha una capacità attrattiva «in grado di influenzare le scelte di viaggio dei turisti italiani» e non solo. Per una gita in giornata, la scelta di avventurarsi alla scoperta di una cantina vinicola è la seconda più gettonata. Nella valutazione della destinazione per una vacanza, poi, il 59% del campione intervistato considera molto importante, oltre alla bellezza dei luoghi, «la presenza di un'offerta enogastronomica di qualità».

Diventa pertanto aspetto non trascurabile del connubio gusto-bellezza dei percorsi del turismo e dell'enoturismo italiano, il rapporto tra architettura e cantine che in quest'ottica diventano luoghi che "pur mantenendo la loro utilità e funzionalità non devono trascurare il fattore bellezza". Un tema dal valore talmente importante da essere stato affrontato quest'anno con una riflessione ad hoc dall'Architetto Olivier Chadebost - designer di cantine di fama internazionale come Chateau d'Yquem e Cheval Blanc - nella cornice del SIMEI, il Salone Internazionale Macchine per Enologia e Imbottigliamento appena concluso a Milano.

Pensiero dello stesso segno ha ispirato in passato l'Archistar Renzo Piano alla realizzazione della barricaia dell'azienda Rocca di Frassinello in Maremma, un luogo dal sapore essenziale, reso più suggestivo dalle proporzioni delle forme, come dalla proposta culturale che ogni anno un management attento ad arte e musica realizza tra le sue botti ed entro le sue pareti.

Sono oggi molteplici in Italia gli esempi di 'architettura del vino' e se Chadebost ritiene "essenziale nel futuro creare cantine vere, sostenibili, rispettose dell'ambiente che siano piena espressione del territorio" è perché i luoghi che nella produzione del vino hanno la propria ragion d'esistere, hanno anche compreso che produzione, cultura e turismo, viaggiando insieme sono diventati elementi simbiotici ed imprescindibili. Baciati dalle stesse chimiche ed alchimie 'nobili' dei vini che creano.

Eva Panitteri - Vicepresidente Emilia-Romagna

 

* Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2019

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

Tramite il presente form esprimi il tuo consenso a ricevere le nostre comunicazioni tramite il seguente canale:

Ti potrai rimuovere da questa lista in qualsiasi momento, tramite il link presente su ognuna delle email che riceverai. Puoi consultare la nostra Informativa dal link presente sul sito

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.

Conosci davvero l'Olio?

Conosci davvero l'Olio?

Scopri se sei davvero un buon conoscitore dell'Olio. Partecipa al nostro quiz per metterti alla prova: un docente FIS-AISO leggerà le tue risposte e ti contatterà via email per parlarne insieme.

Partecipa ora!
Dove Siamo

ASSOVER - Associazione Sommelier dell'Olio e del Vino dell'Emilia-Romagna | P.IVA 15391141007 | Informativa sulla Privacy e Informativa sui cookie